Skip to main content

L’acqua, dopo l’ossigeno, è la molecola più importante da introdurre nel nostro corpo. È da considerarsi come un vero e proprio alimento, e anche come un integratore. Con la giusta percentuale di sali disciolti, l’acqua è in grado di farci recuperare salute e benessere e di contrastare l’acidità alla quale il nostro corpo giornalmente va incontro.

Ognuno di noi dovrebbe consumare giornalmente dai 2 ai 3 litri d’acqua al giorno (basandoci sulla formula di 30ml x peso corporeo).

Bere acqua buona = salute e miglior recupero

 

Decidere con consapevolezza quale acqua sia più idonea al nostro organismo è di fondamentale importanza, ancor di più se si pratica sport a qualsiasi livello.

Quale acqua bere se sei sportivo?

In Italia le acque si differenziano molto da regione a regione. Basti pensare alla qualità delle nostre tubazioni, alla presenza di solventi diversi che disciolti raggiungono le falde a diverse profondità e all’incertezza della qualità e manutenzione dei depuratori statali.
Le acque avrebbero il compito di garantire la corretta assunzione di minerali alle cellule e contrastare l’acidità dei tessuti.
Se questo non può essere di certo garantito dall’acqua potabile dei nostri acquedotti, non sempre può essere assicurato dall’acqua che viene imbottigliata nella plastica.
Questo tipo di acqua è sicura solo se conservata e stoccata secondo le giuste modalità.

Questo è un tema su cui riflettere molto anche perché una bottiglia impiega di solito più di un anno prima di arrivare nelle nostre mani. L’esposizione della plastica agli sbalzi termici, soprattutto al caldo, fa sì che vengano disciolte nell’acqua sostanze altamente tossiche di cui la plastica stessa si compone, quali antimonio e acetaldeide.

perche acqua alcalina se fai sport

L’acqua migliore per lo sport è l’acqua alcalina.

Perché?

Come abbiamo fino a qui spiegato, l’acqua non deve minimamente contenere cloro, fluoro, agenti presenti nelle tubature degli acquedotti o sostanze disciolte nei contenitori di plastica.
Oltre all’assenza di queste sostanze, se ti reputi uno sportivo, l’acqua che bevi dovrebbe essere alcalina, con un pH ideale sopra il 7.5.

Se beviamo acqua acida, infatti, per poter mantenere il pH del sangue stabile (che non può assolutamente discostarsi dal valore di 7.35/7.45, altrimenti il cuore si ferma) il nostro “sistema tampone” sarà costretto a reperire i minerali dai tessuti e in particolare, il calcio dalle ossa e il potassio dai muscoli, portando alla lunga gravi problemi metabolici.

Essendo fatti per il 70% di acqua, più il nostro organismo sarà alcalino, più potremo vivere in salute, vitali, riuscendo a contrastare l’acidità legata a stili di vita, ai carichi di allenamento che lo sport richiede, riuscendo in maniera ottimale a recuperare dagli sforzi che vengono richiesti alle nostre cellule.

Gli sportivi che utilizzano regolarmente questa tipologia di acqua, ottengono un netto miglioramento nelle proprie prestazioni, sopratutto per quanto riguarda il recupero e la flessibilità.

Anche sulla prevenzione l’acqua alcalina svolge un ruolo importantissimo, poiché favorendo la riduzione di acidi residui a livello muscolare, diminuisce la probabilità di andar incontro a lesioni.

Chi lavora nel mondo sportivo è a conoscenza del fatto che anche le più lievi variazioni di pH influiscono in maniera importante sulle prestazioni, perché è ottimale la funzionalità del muscolo.

Irene Curtoni per ALKA2O Sport

Idratazione e integrazione

In qualità di fisioterapista, mi piace spiegare agli atleti che tratto e che si affidano a me, che se loro si pensano “in forma” non è detto che siano anche sani!
Molto frequente sono soggetti ad infiammazioni ricorrenti, legati alla poca efficienza nello smaltire cataboliti e sostanze acide, che vanno a destabilizzare la corretta fisiologia, soprattutto a livello intestinale.

Durante o dopo un attività fisica intensa il corpo è stressato oltre la normalità. Questo sta a significare che senza un adeguato apporto di acqua è molto difficile manifestare le massime potenzialità atletiche.
Durante le performance viene perduta una quantità enorme di sudore che può variare da 1.5 a 4.5 litri/ora, se le temperature esterne sono molto alte. Se a questo aggiungiamo la diuresi e la ventilazione polmonare, si capisce la relazione stretta che c’è tra disidratazione e prestazione sportiva.
Già con una defezione di solo il 2/3% del peso corporeo, si ha un calo rilevante delle performance.

Nell’integrazione dei liquidi risulta quindi essenziale inserire in maniera tempestiva e costante potassio e magnesio in maniera predominante, ma anche sodio e calcio.
L’erogatore ALKA2O Sport permette di integrali regolarmente, sfruttando il meccanismo di osmosi inversa ed il successivo arricchimento di questi sali minerali citati.

SCOPRI ALKA2O SPORT

La quantità di sali minerali da re-introdurre dipende dal tipo di allenamento, dalle temperatura, dall’intensità delle varie sessioni di allenamento.

Con ALKA2O non c’è il rischio di andare in eccesso di integrazione di sali, che porterebbe ad un ultra-lavoro di filtrazione renale come normalmente avviene con gli integratori idro-salini isotonici. Questo perché abbiamo le corrette proporzioni disciolte nell’acqua (in particolar modo potassio e sodio nel rapporto di 5:1) nel rispetto del potenziale di membrana, anche detto “meccanismo della pompa protonica” che serve a rendere le cellule più pervie garantendo uno scambio di sostanze ottimale.

acqua alcalina e sali minerali

Quando bere?

Capire quale sia la quantità e il momento più corretto per idratarsi non è facile da stabilire.
In teoria si dovrebbe contrastare la disidratazione in maniera costante e continua, sia durante gli allenamenti ma anche nei giorni di scarico. Ci sono poi molte variabili di tipo soggettivo che entrano in gioco.

Non sempre tutti gli atleti sono in grado di gestire liquidi nello stomaco durante la pratica sportiva. Inoltre, le attività sportive sono diverse tra loro in termini di prestazioni, obiettivi, allenamenti, carichi…

La cultura del benessere e della prevenzione per un atleta prevede tanti dettagli e abitudini regolari.
Per noi di ALKA2O, la giusta idratazione con acqua alcalina è un elemento fondamentale che si integra bene con qualsiasi allenamento e prestazione. E permette a tutti di dare valore aggiunto al proprio fisico e alle proprie performance.

Dott. Alberto Peracchiotti - Fisiolike
Dott. Alberto Peracchiotti (Fisiolike Srl)

Fisioterapista, Osteopata, Posturologo
Specializzato in Fisioterapia Preventiva e Rieducativa

One Comment

Lascia un commento